Mangiatoie

Mangiatoie

Con l’arrivo dei primi freddi si possono posare  le mangiatoie. Vi diamo alcuni consigli in modo da aiutarvi ad osservare meglio quegli uccellini, che pur passando dai vostri giardini  resterebbero probabilmente nascosti alla vista. Le mangiatoie servono a noi per poter osservare  gli uccelli, ma attenzione a loro servono per sfamarsi.  Se decidiamo di posare delle mangiatoie sui balconi, davanzali, terrazze e per chi ha il giardino, all’esterno, dobbiamo essere consapevoli che una volta iniziato a dar da mangiare  ai nostri visitatori, dovremo continuare fino all’arrivo della primavera. Infatti nei periodo più duri, nevicate e gelate, i nostri ospiti conteranno su quei punti di alimentazione che noi abbiamo istituito e se non sono riforniti, potrebbero rimanere in attesa di cibo fino ad essere poi, troppo deboli per trovarne.  Quindi posare mangiatoie è una RESPONSABILITA’ oltre che un piacere.

 VARI TIPI DI MANGIATOIE

Le mangiatoie possono essere molto semplici, usando dei ceppi di legno per esempio, se però il giardino è frequentato da gatti cacciatori, possono essere molto pericolose. Si possono usare dei sottovasi di varie misure, fissati  su supporti di legno,  fissandoli  a questo con una vite nel centro del sottovaso. Ci sono poi le “palle di lardo” che si possono reperire nei garden o nei centri specializzati come nei   centri LIPU, queste palle si possono anche confezionare. Usando poco strutto, tanti semi per i granivori  e anche qualche pezzetto di biscotto, si mescola bene il tutto in modo che ne risulti una palla di buona consistenza (se farà troppo caldo naturalmente la consistenza verrà meno) dopodiché si metteranno in una retina tipo quella delle confezioni di arance o di castagne dei supermercati, che appenderemo ai rami dei nostri alberi. Ci sono poi i contenitori per i semi, costruiti con della retina o di plastica o di metallo con maglie sufficientemente larghe per permettere agli uccellini di estrarre dei pezzetti di cibo (vedere le immagini) . Queste retine a forma di cilindro le possiamo trovare nei negozi specializzati oppure le possiamo anche costruire da soli (non ci sono regole precise). I più volenterosi possono anche costruire delle mangiatoie a forma di casetta, facendo attenzione che la pioggia non entri e non ristagni dove viene posizionato il cibo. La fantasia aiuterà comunque ognuno ad adottare il modo preferito o più facile. Ciò che conta è il risultato.

 COSA OFFRIRE

Il più possibile cibo naturale, per i granivori procureremo semi vari, che si possono reperire in confezioni  di vari formati in quasi tutti i negozi di cibo per animali, se disponiamo di girasoli che avremo messo a seccare, li potremo usare per vari passeracei : cardellini, cince, verdoni ecc.. Per gli insettivori possiamo usare dei mangimi proprio studiati per loro, ma siccome in inverno anche gli insettivori si adattano a mangiare anche cibi che durante la stagione riproduttiva ignorano, anche la frutta potrà attirarli, mele tagliate e melograni, che avremo l’attenzione di aprire leggermente in modo che si vedano i semi rossi all’interno andranno bene. Ho lasciato per ultimo, un cibo che andrà usato con parsimonia. Il lardo assolutamente naturale, non salato è sicuramente un alimento molto importante durante i periodi più freddi. Va posato sulle mangiatoie tagliato in piccolissime striscioline per la maggior parte degli uccelli, per il picchio rosso maggiore, si possono appendere anche dei pezzi più grandi, ci penserà da solo a prendersi quanto desidera. Anche qualche camola della farina (sempre da usare con parsimonia) che si trova nei negozi di pesca sarà, un cibo molto apprezzato durante l’inverno.

Home Uccelli

Demo

Home Chi Siamo

Demo