Averla cenerina

Anche se l'Averla cenerina è distribuita in modo uniforme in tutta la penisola italiana, dobbiamo sapere che il numero degli esemplari presenti è molto scarso ed è quasi scomparsa (per non dire del tutto).  La bassa  densità,  è indice di un larghissimo declino che è andato di pari passo,  con le grandi trasformazioni conosciute dagli ambienti agricoli nel nostro Paese, fenomeno che non si è verificato in paesi come l'Ungheria o la Romania dove è molto facile incontrare questa bellissima Averla. Ancora una volta l'uomo è il solo responsabile dei declini delle specie. Caccia una molteplicità di insetti, ma anche piccoli rettili ed anfibi. Come altre averle ha l'abitudine di infilzare le prede in eccesso su rami spinosi. Molto bello il piumaggio grigio cenere su dorso e capo, una mascherina nera all'altezza degli occhi, ali nere con una macchia bianca. I suoi colori  la rendono inconfondibile quando caccia anche da lontano. Caccia sempre partendo da un posatoio, sul quale ritorna in attesa di una nuova preda, è in grado di fare lo "spirito santo" come alcuni falchi.

Per l'utilizzo di queste foto dai un'occhiata ai termini di utilizzo.

Home Uccelli

Demo