• Home
  • Beccofrusioni, Merli acquaioli & altri

Beccofrusone

Il Beccofrusone è il sogno dei birdwatchers e dei fotografi naturalisti. Questo affascinante uccello, nidifica nei boschi della Siberia, dell’Europa e dell’America settentrionali. Di solito è un migratore di corto raggio, poiché si sposta a sud degli areali di nidificazione se c’è scarsità di cibo. La sua alimentazione in inverno è composta da frutti, bacche di ginepro, sorbo degli uccellatori, bacche di ligustro ed altre. E’ una specie molto diffusa nelle regioni nordiche ed anche se in modo irregolare, in certe annate compie delle vere e proprie invasioni anche nel nord Italia, specialmente in Trentino alto Adige, Friuli e Lombardia, difficilmente si spinge in Pianura. Questi bellissimi uccelli sono sempre alla ricerca di bacche ed il sorbo è l’alimentazione preferita. Quando ne trovano anche nei centri abitati non si spostano finché non ne esiste una sola. Questo “folletto dei boschi”, come lo chiamano molti osservatori della natura, è inconfondibile, porta un ciuffo di piume sulla nuca , ha un piumaggio grigio-rosa sul dorso, il sottocoda è color castano il petto è rosato come il dorso , la gola è nera e porta una mascherina nera sull’occhio che gli da un aspetto che lo fa sembrare imbronciato. Le ali presentano diversi colori, barrature grigie, bianche e bordature gialle di alcune penne. Ma la cosa che colpisce se visto da vicino, sono le placche rosse dall’aspetto ceroso, poste all’estremità di alcune penne, simili alle capocchie rosse dei vecchi cerini. Per questo motivo gli Inglesi chiamano il Beccofrusune. “Ali di cera” . Nidifica in gruppo su betulle e larici nella taiga.

Richiamo:


Per l'utilizzo di queste foto dai un'occhiata ai termini di utilizzo.

Home Uccelli

Demo