Mi chiamo Sergio Forcella, sono un appassionato di fotografia naturalistica, di montagna e sport all’aria aperta. Le camminate nei boschi e nei posti meno frequentati, sono motivo di interesse e spunto per udire quei canti di uccelli che la quotidianità a volte ci impedisce di percepire. Utilizzo la fotografia per immortalare immagini e documentare fatti ed eventi non visibili diversamente. Prediligo la fotografia naturalistica, da piccoli passeriformi a soggetti più grandi, da animali selvatici a paesaggi con scorci interessanti; preferisco rivedere le mie foto alcuni giorni dopo averle scattate, questo mi rende orgoglioso e riesco a catturare migliori dettagli che nella prima fase non consideravo. Agisco sempre nel rispetto nella natura, del soggetto, è una priorità; se la situazione non lo permette oppure, trattasi di un rischio che potrebbe incidere negativamente sulle abitudini della specie, abbandono il mio scopo. La natura non si comanda, il tutto deve avvenire in modo responsabile e in modo più naturale possibile, l’emozione di vedere un soggetto arrivare dopo magari ore ad attenderlo, è qualcosa di molto emozionante, specialmente se si tratta di una specie molto diffidente e rara.
In alcune situazioni è bello anche solo osservare i comportamenti, per poi capire il significato di molte cose; ritengo che la natura e gli ambienti annessi, vadano protetti, tutelati, solo in questo modo possiamo pensare ad un futuro migliore per il nostro prossimo, per le nuove generazioni e per poter sensibilizzare maggiormente i bambini ad entrare in armonia con gli esseri viventi diversi dall’uomo.