Gli uccelli, anche se ora appaiono molto diversi, sono parenti dei rettili. Gli uccelli appartengono vertebrati terrestri,  e sono detti endotermi in quanto assumendo grandi quantità di cibo  e grazie a determinate reazioni metaboliche, riescono a mantenere  la temperatura corporea con minime dispersioni.  Questo consente loro di vivere in ambienti completamente diversi tra loro. Ciò che caratterizza gli uccelli è la capacità di volare grazie al piumaggio, agli ossi che presentano dei buchetti pieni di aria ed alle grande  muscolatura. la colorazione delle piume  che ricoprono il corpo oltre a far si che si distinguano le specie, in molti casi ci permettono di capirne il sesso, ma per loro a volte è questione di sopravvivenza. infatti i giovani e le femmine avendo piumaggio meno appariscente e mimetico rispetto ai maschi, sono più protetti da eventuali attacchi di predatori. Per evitare di impregnarsi le penne durante le giornate piovose ed umide, gli uccelli si passano sul piumaggio una sostanza grassa che prelevano da una ghiandola che si trova in prossimità della coda detta uropigio. La muta del piumaggio, che avviene almeno una volta l’anno, è molto importante perché permette di sostituire le piume e le penne più grandi che si sono logorate durante l’allevamento dei piccoli con del nuovo piumaggio. Per riprodursi tuti gli uccelli depongono le uova in nidi e rifugi di svariata natura.

In base alle differenti caratteristiche la Scienza ha classificato gli uccelli in 40 ordini diversi 228 famiglie e circa 10.000 specie, anche se gli scienziati ritengono che ce ne possono essere molte di più.

Nella nostra raccolta  non abbiamo adottato un sistema puramente scientifico,  ma un metodo più semplice e facile per la ricerca, abbiamo suddiviso gli uccelli in gruppi similari, che è un po’ il sistema adottato dalle guide ornitologiche per il riconoscimento degli uccelli. per es. in Strolaghe e Svassi troverete tutte le strolaghe e gli svassi.