Il martin pescatore è un piccolo uccello migratore e sedentario che vive, nell’Europa centrale e meridionale, nell’Asia centromeridionale e in gran parte dell’Africa. In Europa è diffuso a partire dal meridione della penisola scandinava specialmente in Norvegia meridionale, vive in Irlanda e Spagna fino alla Russia occidentale e alla Romania, è specie stazionaria e parzialmente migratrice. La migrazione avviene dai quei luoghi dove i fiumi ed i corsi d’acqua gelano durante l’inverno impedendogli di alimentarsi. In Italia è sia stanziale sia di passo. Anche nelle zone in cui vive stazionario, come in Italia il pericolo di un inverno particolarmente rigido è per questa specie causa di grande mortalità. È un uccello di medio piccole dimensioni pesando tra i 40 ed i 45 grammi e misurando tra i 15 ed i 18 centimetri. il suo piumaggio è inconfondibile i colori predominanti sono il blu e il verde, il petto è arancione, mentre sul collo e sulla gola presenta un piumaggio bianco. Il becco è totalmente nero nei maschi mentre nelle femmine nella parte inferiore si nota un colore bruno/rosa unico segno distintivo dei sessi. Il becco lungo e robusto ed appuntito. le zampe sono piccole e di colore arancio vivo, mentre nei giovani presentano una sfumatura nerastra. Il martin pescatore si nutre di pesci e altri piccoli animali acquatici, che cattura quasi sempre tuffandosi da un posatoio abituale. Una volta catturata la preda ritorna al posatoio e la uccide sbattendola contro la superficie dura di un ramo prima di divorarla o di portarla ai piccoli al nido che si trova in fondo ad una galleria scavata nelle scarpate lungo i fiumi, ma si possono rinvenire anche abbastanza distanti dai corsi  d’acqua.