Questo svasso come gli altri frequenta specchi d’acqua e come i suoi simili è più a suo agio in acqua che sul terreno dove non si vede quasi mai. E’ presente in tutti i laghi d’Europa e in Scandinavia e lo si può vedere anche in Asia, Africa ed Oceania.Nelle zone molto distanti da noi sono presenti anche della sottospecie. In Italia è presente come specie nidificante e parzialmente sedentaria. Lo Svasso maggiore è dotato di un lungo becco appuntito che usa per catturare pesci e crostacei. La sua lunghezza arriva ai 50 centimetri e l’apertura alare raggiunge i 72/73 centimetri, il peso massimo si aggira intorno ai 1400 grammi. I due  sessi sono molto simili e vistosi durante il periodo della riproduzione. Sulla testa entrambi i sessi presentano dei ciuffi neri/marroni, sulla nuca e vicino alle guance  i ciuffi laterali si tingono di rossastro e terminano neri. Durante la stagione riproduttiva il maschio offre alla femmina dei doni di vario materiale che di solito serve per la costruzione del nido. Classico è il comportamento dei piccoli che si fanno trasportare dai genitori sul dorso.