Fringuello alpino

Si tratta dell’unico uccello alpino a presentare ali e coda in gran parte bianche, ben evidenti in volo molto simile allo zigolo delle nevi solo posati a terra mettono in evidenza la loro differenza. Al suolo, appare bruno sulle parti dorsali e mostra il ventre di color crema. La gola presenta una macchia nera negli adulti, più evidente nel maschio. Il becco è conico, nero in estate e giallastro in inverno e negli individui più giovani. Come la Passera d’Italia, frequenta tranquillamente anche zone che vedono un’elevata antropizzazione (nidifica in alta montagna anche in strutture abitate). La sua dieta è onnivora, anche se si ciba soprattutto di invertebrati.  Tra i mesi di aprile e luglio costruisce un nido a forma di coppa in anfratti di rocce o edifici, prevalentemente al di sopra dei 1.900-2.000 metri, ove la femmina depone 4-5 uova bianche che  cova per 13-14 giorni. I giovani restano nel nido per circa 20 giorni. In questo periodo, il Fringuello alpino si nutre prevalentemente di insetti che si trovano sul terreno subito dopo lo scioglimento della neve.

Per l'utilizzo di queste foto dai un'occhiata ai termini di utilizzo.

Home Uccelli

Demo