Gufo di palude

Uccello di medie dimensioni appartenente all'ordine degli Strigiformi.  Lunghezza 34-42 cm, apertura alare 90-115 cm.Maschio, femmina e giovani sono praticamente indistinguibili tra di loro. Il corpo superiormente è prevalentemente marrone con screziature chiare e nerastre e alcune aree anche dorate. Le parti inferiori sono di color bianco sporco, più fulve le parti del petto e del collo, con screziature  marrone e nerastre. Gli occhi sono gialli e il becco quasi nero. L'aspetto è abbastanza slanciato e le ali sono  strette rispetto all'apertura alare. In volo è molto simile al Gufo comune. Le zampe sono completamente coperte da piume bianche. Sul capo sono presenti due piccoli ciuffi auricolari spesso non visibili o appena accennati. E' una specie che si incontra, durante la migrazione, in provincia di Venezia, di solito con individui isolati, in altri luoghi anche in numerosi roosts. Caratteristica è la sua abitudine di cacciare volando a pochi metrii dal suolo, perlustrando il terreno sottostante durante le ore diurne (prevalentemente il pomeriggio). Il volo è abbastanza lento e fluttuante, ma è capace di cambi di direzione improvvisi e acrobatici, specialmente quando individua la preda nascosta dall'erba solo per il rumore che fa camminando. le sue prede preferite sono le arvicole, che riesce a localizzare con estrema precisione anche sotto 40 cm di neve. Difficilmente un attacco finisce a vuoto, come per gli altri gufi il senso più sviluppato è senza dubbio l'udito, per rendersene conto è sufficiente osservare una sua battuta di caccia sulla neve. E' probabilmente il rapace notturno più affascinante insieme al Barbagianni.

Per l'utilizzo di queste foto dai un'occhiata ai termini di utilizzo.

Home Uccelli

Demo