Picchio rosso maggiore

Nella dieta del picchio rosso maggiore rientrano soprattutto le larve degli insetti del legno, che la sua lingua raggiunge nelle loro gallerie, ma si ciba anche di formiche, semi, e qualche volta uova e nidiate dei piccoli uccelli del bosco. Il piumaggio è di colore nero sul dorso, sulle ali e sulla coda, con delle striature biancastre alle estremità. Il petto e il collare sono beige, mentre l'addome è di colore rosso. Il capo è nero con gola e guance bianche, separate da una sottile linea nera che parte dal becco. Nei maschi adulti è presente anche una macchia rossa sulla nuca. Il becco è nero, appuntito e  robusto. Le femmine sono prive della macchia rossa sulla nuca, mentre i giovani portano una vistosa macchia rossa sulla fronte. Il tambureggiamento sembra che serva al picchio sia per delimitare il suo territorio, che per attirare le femmine. Anche i versi sono molto vari, diverso il verso d'allarme, dal richiamo. Scava il nido in vecchi e malandati tronchi come gli altri picchi. Bisogna sfatare la credenza che il picchio sia dannoso per gli alberi, poiché dove il picchio scava, l'albero è già malandato. In pianura padana è abbastanza comune  e non sembra in declino.

Home Uccelli

Demo