Martin pescatore

Il Martin pescatore ha  un corpo tozzo e arrotondato, la coda è corta, la testa abbastanza grande dotata di un becco lungo e conico.
 Il dorso presenta un bel colore azzurro con iridescenze verdi o azzurre, come le  ali e a coda. Il petto ed il ventre sono di un bel colore bruno arancio tendente a volte al ruggine, la striscia di penne fra la base del becco che passa  sotto gli occhi e la  guancia è dello stesso colore, la gola ed una mezzaluna di penne ai fianchi del collo sono bianche. 
Le zampe sono piuttosto piccole ed hanno colore rosso intenso con unghie ricurve e nere. Sulle zampe dei giovani si nota un’ombreggiatura scura. Il dimorfismo sessuale  è poco evidente: il maschio è leggermente più carico nei colori, ma la vera differenza dei sessi si nota nel colore del  becco, completamente nero nel maschio e con mandibola di colore bruno chiaro nella femmina.
I giovani appaiono un poco più verdastri invece che azzurri ed il becco è nero in entrambi i sessi. Vive di norma vicino ai corsi d’acqua dolce, lo si può incontrare lungo i fiumi, laghi e stagni. 
 Il nido è situato alla fine di un cunicolo scavato in argini di terra a condizione che siano perpendicolari, alla  costruzione del “nido”  partecipano entrambi i sessi. Il nido di solito  è riutilizzato per alcuni anni, ma è facile che tra una covata e l’altra venga scavato un nuovo tunnel a poca distanza, infatti le deiezioni dei piccoli rimanendo nella camera di cova producono ammoniaca. L’alimentazione del Martin p. è composta di pesciolini, girini, insetti acquatici, e gamberi che presenta ai piccoli dopo averli mondati delle chele e della testa. Ai piccoli i pesciolini vengono portati in modo che li possano inghiottire dalla testa, perché le scaglie non impediscano la discesa nell’esofago. Quando invece portano gamberi li portano in modo che li inghiottano dalla coda, poiché i gamberi  hanno le “scaglie “ al contrario.


Home Uccelli

Demo