Usignolo

L’usignolo è di color bruno-rossastro con sfumature più marcate di rosso verso la coda. La porzione inferiore è biancastra con riflessi bruni. I sessi sono molto simili. Il giovane, come in tutti i Turdidi, è macchiettato ed è molto simile al giovane di pettirosso, dal quale si distingue per la coda rossastra. L’usignolo è molto territoriale, quasi come il Pettirosso. La femmina ha il compito di costruire il nido, che è posto quasi sempre a livello del terreno o su bassi cespugli, ma sempre molto in basso. Esternamente sembra un piccolo ammasso di foglie secche, ma l’interno è ben rifinito. Le uova sono di color verde, poiché la Natura ha pensato bene di renderle il più possibile invisibili ai predatori. L’Usignolo si ciba di preferenza di insetti che cattura a terra, in autunno però la dieta può variare con l’aggiunta di semini e frutti. L’Usignolo arriva da noi intorno al venti di marzo, Maschi e femmine viaggiano separati e a distanza di ca. venti giorni. L’ambiente ideale dell’Usignolo è un habitat con sottobosco fitto e ricco di cespugli, è molto guardingo e difficilmente si fa notare entrando o uscendo dal nido. I piccoli lasciano il nido non ancora atti al volo e si lasciano cadere dal nido in mezzo alle erbe che li nascondono in attesa delle imbeccate. Il canto dell’Usignolo è uno dei suoi caratteri distintivi e più apprezzati dall’uomo, è molto melodioso e lo produce anche durante la notte.

 

Home Uccelli

Demo